La sedimentazione delle acque reflue è uno dei trattamenti a cui vengono sottoposte le acque di scarico all’ingresso degli impianti di depurazione per rimuovere e ridurre i materiali sospesi.

Viene utilizzata per separare i solidi sospesi sedimentabili presenti nelle acque in ingresso all’impianto subito dopo le fasi di pre-trattamento, solidi che possono così essere direttamente avviati alle sezioni di trattamento fanghi.

Si ottiene in questo modo un abbattimento del BOD entrante (20-25%), dell’azoto (10%) e del fosforo (10%) riducendo il carico e quindi i consumi delle successive sezioni di trattamento biologico.

Il processo di sedimentazione serve per  separare dalla corrente liquida gran parte dei solidi sospesi mantenuti in sospensione dalla turbolenza. In questi tipi di trattamenti vengono create condizioni di relativa quiete in modo che in essa abbia luogo la sedimentazione dei materiali più densi dell’acqua.

Twincad progetta e costruisce ogni tipo di sedimentatore a vasca circolare, dimensionati in ogni sua parte per l’uso previsto.

Nella nostra  produzione  spicca la versione  a strascico (tradizionale), a lame sospese e aspirato.

Il sistema di evacuazione schiume invece   può  essere con schum box (tradizionale), con rotoling, con pompa aspirante, con canaletta ad immersione o con coclea sfiorante.

Strutturalmente la macchina è costruita con due profili simmetrici affacciati tra loro in S235JR verniciato, zincato a caldo o in aisi 304/316, uniti da appositi irrigidimenti orizzontali. La struttura è calcolata e dimensionata a seconda delle esigenze del cliente. Il piano di camminamento del ponte può essere realizzato in grigliato zincato o PRFV a doppia maglia 50×50/25×25 in resina isoftalica, colore grigio a maglia aperta e superficie antisdrucciolo al quarzo, spessore 40 mm.

Le ruote motrici e folli sono eseguite in acciaio al carbonio con rivestimento antiusura. Il gruppo di comando è composto da un motore elettrico asincrono trifase e un  riduttori a vite senza fine o epicicloidale. La traslazione del carro è garantita da un distributore rotante centrale che ha il compito di distribuire corrente alle varie utenze in trave.

Il raschiante di fondo è costituito in lamiera di acciaio stampata a freddo. L’usura del pattino raschiante è evitata da gruppi ruota, la lama è sostenuta da sostegni mobili e viene trainata dal carro tipo strascico.

Raschiante di superficie: serve per la raccolta dei solidi sospesi. La lama di superficie viene eseguita in lamiera stampata a freddo con raschiante in gomma ed ha il compito di convogliare il materiale intercettato ad una vaschetta schiume asservita dal suo relativo bilanciere.

Quadro elettrico a bordo macchina solo su richiesta.

A seconda delle dimensioni della vasca vengono calcolati, diametro e altezza cilindro deflettore, gruppo ralla e collettore a spazzole  diametro ruote e riduttore e sviluppo lama logaritmica di fondo.

La macchina può essere fornita in versione DB doppio braccio o in versione R+1/3 a seconda delle esigenze del cliente.

GRAFICA 3D

Work in progress